lunedì, Maggio 27, 2024
HomeArti performativeI peggiori concerti di sempre

I peggiori concerti di sempre

Quando un’esibizione fa la storia…per il motivo sbagliato!

Ha mai assistito ad un concerto che si è rivelato un totale flop? Ti sei mai trovato a pensare: “Ma perché ho speso soldi per questo?” Bene, amici miei, oggi parleremo di quelle volte in cui gli artisti hanno veramente superato sé stessi nell’arte della mediocrità. Siamo pronti a scoprire insieme i cinque concerti peggiori della storia? Prendete nota, perché questi spettacoli sono andati davvero male e potrebbero farvi dimenticare qualsiasi altra cosa brutta abbiate mai visto.

Il primo posto della nostra classifica è occupato dal concerto di Milli Vanilli del 1989. Sì, avete letto bene: Milli Vanilli. Quei due tizi che avevano la faccia da bravi ragazzi ma che in realtà non cantavano affatto. Bene, durante il loro concerto di Las Vegas, il nastro con la loro voce registrata si è inceppato e i due si sono ritrovati sul palco a fare finta di cantare, con la folla che iniziava a fischiare e a richiedere il rimborso dei biglietti. Un disastro totale. Questo episodio ha portato alla loro fama di aver vinto un Grammy con la menzogna di cantare in proprio.

I peggiori concerti di sempre

.

Il secondo posto spetta al concerto di Mariah Carey del 2001 all’evento di beneficenza MTV Total Request Live. La Carey si è presentata in ritardo, visibilmente ubriaca e ha iniziato a cantare in modo così stonato che alla fine ha lasciato il palco in preda alle lacrime. Gli spettatori, ovviamente, non hanno risparmiato le critiche e Carey si è scusata pubblicamente per la sua performance. Questo episodio ha portato ad un periodo di difficoltà per la cantante, che ha poi ripreso la carriera con successo.

.

Il terzo posto è occupato dal concerto di Axl Rose dei Guns N’ Roses del 1991. Durante il concerto, Rose si è mostrato sempre più irritabile con il pubblico ed è arrivato addirittura ad aggredire uno dei suoi spettatori “colpevole” di effettuare delle riprese dello show. Axl Rose non è certo famoso per la sua calma e questo episodio è stato uno dei tanti momenti di instabilità per la band durante la loro carriera, abituati a concerti terminati prematuramente a causa del comportamento scorretto del frontman.

.

Il quarto posto spetta al concerto di Kanye West del 2016. Durante un’esibizione all’evento The Meadows Music and Arts Festival a New York, West si è lamentato del fatto che non aveva abbastanza luci e ha lasciato il palco dopo solo aver cantato solo tre canzoni. I fan sono rimasti delusi e furiosi e in molti, giustamente, hanno richiesto il rimborso dei biglietti. Questo episodio ha fatto parte di un periodo di comportamenti eccentrici da parte di West che ha continuato ad avere problemi con le esibizioni dal vivo.

.

E infine, il quinto posto spetta al concerto di Britney Spears del 2007. Durante i Video Music Awards, Spears si è presentata in evidente stato di confusione, sbagliando il playback e stendando i suoi passi di danza. Le altre star presenti all’evento sembravano quasi non credere ai propri occhi. Questo episodio ha fatto parte di un periodo difficile per la Pop Star, che in quel momento affrontava tutta una serie di terribili vicende personali. Considerando il periodo della vita di Britney Spears, probabilmente la performance non meritava tutte le critiche ricevute. Ancora oggi i fan si schierano dalla sua parte sostenendo che nessuno sarebbe riuscito a salire sul palco dopo tutto quello che le era successo!

I peggiori concerti di sempre

.

Ecco, amici miei, i cinque concerti peggiori della storia. Siamo sicuri che molti di voi avranno riconosciuto almeno uno di questi spettacoli nella lista. Ma non preoccupatevi, questi artisti hanno continuato a cantare (o a fare finta) e la loro carriera è andata avanti senza problemi.

Siate sinceri: anche assistere ad una performance scadente è in qualche modo un evento memorabile! Anche se questi episodi non sono stati dei punti alti della carriera degli artisti in questione, hanno comunque fatto la storia della musica (per i motivi sbagliati).

Gianni Zani
Gianni Zani
Grande appassionato di musica, trascorre gran parte del suo tempo a suonare la batteria e a raccogliere vinili realizzando una collezione di tutto pregio. Ha trascorso tre anni in America tra New York e Boston, lavorando in un negozio di dischi e imparando molto su diverse epoche e generi musicali. Che cosa ne sarebbe di lui senza la musica? È un interrogativo che si pone continuamente ma teme che non riuscirà mai a darsi una risposta.

Altri articoli dallo stesso Autore

Vita da ribelli: le 5 icone che hanno cambiato lo showbiz

I personaggi controversi che hanno riscritto le regole dell'industria dell'intrattenimento Se c'è una cosa che lo showbiz ci ha insegnato è che ci sono sempre...

Chi lo sapeva che David Bowie è stato anche un pittore?

Dalla musica al cinema, dalla pittura alla fotografia: lastraordinaria carriera artistica di uno degli artisti più influenti del nostro tempo David Bowie è stato uno...

Il futuro della musica

Quali cambiamenti potremmo aspettarci dal futuro della musica? La musica è una forma di arte che ha accompagnato l'uomo sin dai tempi più antichi, e...

Musicisti e artisti, tutti avvisati: la Gas è in giro da molti anni e potrebbe colpire chiunque

La Gas è una malattia che ti fa sentire come se il tuo attuale set di strumenti non fosse mai abbastanza, e ti spinge...

Most Popular

Recent Comments